Mostra personale di Flavio Favelli a cura di Davide Ferri nell’ex deposito ATR di Forlì – uno spazio per il contemporaneo in città e sede del Festival teatrale Ipercorpo – che per la prima volta accoglie il progetto di un artista visivo.
Half Dinar include due nuovi lavori realizzati dall’artista per gli spazi l’ex deposito ATR.
Half Dinar, da cui la mostra di Favelli prende il titolo, è un dipinto che riproduce in grande formato una banconota libica, con l’immagine di una mastodontica raffineria, in circolazione all’inizio degli anni settanta (quando Gheddafi, poco dopo la presa del potere e agendo secondo i principi di un panarabismo di stampo socialista che si opponeva al mondo occidentale, ridefiniva, attraverso la propaganda, l’immaginario del suo paese), l’altra opera presente in mostra, dal titolo La Nazione è un grande assemblaggio di vecchie insegne luminose, raccolte nel tempo dall’artista in diversi luoghi del nostro Paese, che rinviano agli anni del benessere e del boom economico, all’idea di una cultura strapaesana che convive con la modernità.

L’intervento di Favelli include inoltre un’altra opera che sarà esposta a Palazzo Romagnoli: Oil (Esso), un object trouvé, un’insegna che l’artista ha recuperato da un distributore di benzina abbandonato, con il logo coperto da una rudimentale cancellatura con il nastro adesivo.

Flavio Favelli
Half Dinar Un progetto a cura di Davide Ferri
Organizzazione e produzione Città di Ebla per EXATR

Ricerca

Cosa
Quando