La mappa delle mappe è comunitaria

11 ottobre 2018

La mappa delle mappe è una mostra di Filippo Partesotti, realizzata in occasione del progetto “Com’è secondo te il Villaggio Artigiano?”. La vernice, venerdì 12 ottobre dalle 18, è a OvestLab ed è parte del programma di EnERgie Diffuse. Le mappe presentate durante la mostra sono una selezione di un progetto più ampio nato con l’obiettivo di raccogliere 300 mappe disegnate partendo dallo stesso oggetto: lo storico Villaggio Artigiano di Modena Ovest. L’artista  ha realizzato diverse tappe laboratoriali del progetto nei mesi scorsi, a partire da maggio nell’ambito del festival Periferico 2018 Insolente, e in molti altri momenti, chiedendo a moltissime persone di realizzare una mappa del Villaggio Artigiano “secondo loro”. Il progetto di Partesotti è nato dalla curiosità di vedere in che modo si sovrappongono o si escludono i vari sguardi di chi vive e di chi lavora in un quartiere, dei bambini o degli anziani, esplorando i percorsi per andare a scuola, a fare la spesa, studiando chi prende l’autobus e chi usa l’auto e così via. Questo processo produce necessariamente un “ritratto” del quartiere molto diverso dalla fotografia scattata con studi e relazioni sociologiche e urbanistiche, che operano sempre con uno sguardo razionale e ‘dall’alto’. “In ognuno di noi si forma un’immagine, una forma ideale, una ‘mappa ideale’ dei posti che si frequentano a seconda di come li si vive, con i propri ritmi, i propri spostamenti, abitudini, necessità. – dice  Partesotti – Spesso queste mappe ideali non corrispondono alle mappe tradizionali della cartografia, anzi, a volte sono proprio molto diverse e ‘raccontano’ molto di più, di solito in modo inaspettato, la forma di un quartiere, un paese, o anche una città. Spesso entra in gioco lo sguardo orizzontale, quello dei percorsi quotidiani, piuttosto che quello verticale, tipico delle mappe ‘normali’. E probabilmente ogni mappa è diversa, perché ognuno lo vede a modo suo, ognuno ha la sua mappa in testa, mai uguale a quella di un altro”. La mostra sarà aperta da una conversazione tra Filippo PartesottiSilvia Sitton e Silvia Tagliazucchi di Amigdala, durante la quale verrà raccontata la genesi e lo svolgimento del progetto che porta alla realizzazione delle mappe. A seguire dj set e aperitivo. La mostra rimane aperta su appuntamento e ogni lunedì dalle 18 alle 20 durante l’apertura del mercato bio ad OvestLab        

Ricerca

Cosa
Quando